Confessioni di un consulente IT

Pacco Natalizio

Posted in Admin, Storie Aziendali by pigreco314 on 31 dicembre, 2006

Quello di quest’anno gentilmente offerto dalla Company italiana è stato ahimé una delusione totale: pandoro, cioccolatini, torrone. Fine.
Nemmeno una bottiglia di spumante, alla quale per fortuna ha pensato un fornitore.
Non perdete nemmeno tempo e denaro a sceglierlo (?), ordinarlo e farlo confezionare un obrobrio del genere: farete una figura migliore con i vostri dipendenti.

L’ottimo salmone di due anni fa è un lontano ricordo.

Annunci

Come usare l’outsourcing e vivere felici #1

Posted in Outsourcing by pigreco314 on 29 dicembre, 2006

Mi rendo conto che non è facile negoziare una condizione come questa a meno che tu non sia HP o IBM, ma se vuoi veramente limitare i rischi dovresti vincolare il pagamento delle fatture al tuo fornitore all’accettazione del lavoro da parte del cliente finale.

Complimenti! Secondo TIME Magazine sei il personaggio dell’anno 2006

Posted in Zeitgeist by pigreco314 on 19 dicembre, 2006

Full contact

Posted in R.C., Storie Aziendali, Trasferte by pigreco314 on 13 dicembre, 2006

Domani a Londra con il capo R.C.: incontro all’Institute per una questione di fatture non pagate.

Ho deciso di adottare un basso profilo, una tattica attendista, un approccio neutro.

Questo scheletro non arriva dal mio armadio e non ho nessuna intenzione di gestirlo in prima persona: ho altri problemi, altri scheletri che tengo a bada personalmente.

Il venditore inglese che riportava a R.C. se n’è andato e ora spetta a lui risolvere il problema.

Non guidare la discussione, parla solo se interpellato, non prendere impegni, sii vago.

E speriamo di sbrigarcela in fretta anche se già mi girano al pensiero di buttare via una giornata per due o tre ore di riunione.

Mi porterò la macchina fotografica: Londra manca alla mia lista.

Aggiornamento 15/12/06:

Fosse stato per il capo R.C. avremmo sbagliato indirizzo e girato attorno alla questione. La posizione della controparte è poco difendibile visto che hanno firmato un pezzo di carta in cui accettavano il piano di lavoro e le consegne. Ma si sa, i clienti vogliono che gli si lisci il pelo e quindi dovremmo qualche concessione. Il bilancio della giornata è di 1000€ (tra volo, taxi, treno, pappa) per 90 minuti di riunione e non è niente male. E poi i clienti si lamentano perché costiamo troppo. Risulta abbastanza evidente come il business inUK fosse in mano a pazzi scatenati che per fortuna se ne sono andati, mai troppo presto. A proposito, il capo R.C. da Londra si è recato a Manchester per intervistare il candidato Sales che sostiutisca il recente fuoriuscito: speriamo che ne trovi uno giusto perchè di recente non è stato molto fortunato.

Fusione tiepida

Posted in R.C., Storie Aziendali by pigreco314 on 7 dicembre, 2006


Fusion
Originally uploaded by rowelsky.

Il capo R.C. sostiene di avere fatto progressi nello sviluppo di una partnership più articolata con Oracle (sono già nostri partner, ma chi non è partner di Oracle oggigiorno) e organizza un workshop per valutare sia dal punto di vista commerciale sia da quello tecnico come sia possibile integrare il nostro prodotto con… Oracle Fusion Middleware.

Ora, premesso che non so cosa diavolo sia OFM e dopo mezz’ora spesa a girovagare su oracle.com ne so meno di prima, la domanda è: ma dove vogliamo andare?
Ovvero, mi sarei aspettato un approccio del tipo: “Il nostro prodotto manca di questo e quest’altro e Oracle Fusion può aiutarci a espandere la nostra offerta di software a servizi e generare più business in quest e quest’altro modo, blah”.

Zero. Nada.

Il mio collega P.C. si ritrova a gestire il workshop commerciale (al quale tra l’altro ha aderito entusiasta pur confessando candidamente di non sapere nulla nemmeno lui di OFM) , e il sottoscritto guiderà quello tecnico senza conoscerne al momento gli obiettivi ultimi.

Ora, non voglio apparire prevenuto ma secondo me c’è ben altro processo di Fusion in corso e riguarda probabilmente materia organica di colore grigiastro localizzata nella parte superiore del corpo umano.

Mi sorprendo un po’ a pensare che un tempo avrei aderito a un’iniziativa come questa con grande entusiasmo mentre ora misuro tutto in maniera molto più critica e disincantata.

Sarà che comincio a essere un po’ stanco delle trovate di R.C. che si rivela sempre di più un manager incapace di costruire una visione, di definire una strategia per uscire dalla crisi e appare brancolare nel buio.

Ma insomma a che a@@o ci serve ‘sto Oracle Fusion???

V for Vendetta

Posted in Org chart, Storie Aziendali by pigreco314 on 5 dicembre, 2006


Project 365 – Day 15
Originally uploaded by fade to grey.

Apprendo che il nostro N.S., responsabile Engineering d’oltreoceano, è stato defenestrato.
Anzi, mi correggo, ha deciso di sua volontà di lasciare la Compagnia per “perseguire nuove emozionanti sfide” blah blah.
Il suo posto è stato preso da D.C. che lavora da molto tempo nell’organizzazione (molto più del parvenu N.S.) ed è cugino di L.C. di cui parlai mesi fa.
Non ho più notizie di L.C. da quando è stato licenziato all’incirca un anno fa.
L.C. mi parlava del suo rapporto con N.S. e di come costui fosse avezzo ai voli pindarici, alle grandi astrazioni, alle megastrategie di prodotto, insomma a delle cosmiche seghe mentali alle quali L., dall’approccio molto più concreto, semplice e diretto, di solito reagiva con un perentorio:

“Start coding, baby !”

Questa è la tua vendetta L.C.
Dove sarai ora?

Novembre e Dicembre

Posted in Storie Aziendali, Trasferte by pigreco314 on 3 dicembre, 2006

Si è da poco concluso un “mensis terribilis” che mi ha visto ruzzolare in giro per l’Europa come una palla matta.

Leggo dall’estratto conto delle Mille Miglia Alitalia:

  • dal 5 al 12 Novembre: Parigi (lavoro sì, ma anche un piacevole fine settimana con colleghi e famiglie nella mia città prediletta)
  • dal 13 al 16 Novembre: Amsterdam, dal Cliente X per un training (System Administration) per cui non avevo alcuna risorsa disponibile e ho deciso di eseguire personalmente. Imparate un sacco di cose (anche se ero l’istruttore)
  • 20 e 21 Novembre: pausa in ufficio per un training al mio agente a Monaco, G.M.
  • dal 22 al 24 Novembre: Madrid, il Cliente Y dell’Università
  • dal 26 (domenica!) al 29 Novembre: Watford, Londra dal Cliente Z per un altro training (Oracle Report 10g). Vedi sopra per le motivazioni per cui alla mia età, nella mia posizione ancora sto facendo training (anche se in realtà è una delle cose che mi piace di più fare). Riportati con me in Italia alcuni campioni di Polonio 210 incredibilmente sfuggiti ai controlli dell’areoporto di London Heathrow. Buona qualità, leggero retrogusto amarognolo, va giù che è un piacere.
  • 1 Dicembre: Madrid, di nuovo dal cliente Y per una riunione in cui abbiamo notificato (io e il mio collega e amico P.C.) che ci siamo sostanzialmente scassati la m…a e che il 31 Gennaio 2007 il progetto finirà

Diamo uno sguardo all’immediato futuro:

  • domani (4 dicembre) sarò nei dintorni di Monaco per una riunione di 2 ore. Vado in macchina. Dormirò là. Rientro martedi 5 dicembre e faccio tappa a Bolzano per un’altra riunione a cui parteciperanno anche i colleghi M. e V.
  • 6 dicembre: ufficio, dove lascerò un mezzo chilo abbondante di note spese prima delle agognate ferie.
  • 12 e 13 dicembre: Barcellona
  • 14 dicembre: di nuovo Londra, questa volta downtown per una riunione di 2 ore a cui parteciperà anche il capo del capo, R.C. e possibilmente per organizzare un altro incontro con il mio pusher per un’altra dose di polonium

Per il resto di dicembre dovrei avere ancora un Amsterdam e un paio di Madrid.

Poi Natale.

Accipicchia: è già trascorso un anno…