Confessioni di un consulente IT

Correre

Posted in Divertimento, Geek Corner, Sport by pigreco314 on 19 agosto, 2010

In passato snobbavo un po’ ogni attività fisica che non fosse immediatamente associabile a un verdetto, come vincere (o perdere) una partita di calcetto o di tennis. E quindi bando alla corsa o il tipico allenamento da palestra. Sopportavo già di più la bicicletta per le impagabili discese lanciate venendo giù dai colli di B*.

Da qualche anno ho rivalutato e o cominciato a praticare la corsa anche se dalle mie parti non si trovano esattamente piste per jogging che serpeggiano nella campagna. Un’attività che pratico, tra alti e bassi, con una certa regolarità e che mi ha consentito di abbassare la mia frequenza cardiaca a riposo dagli oltre 60 battiti di qualche anno fa ai 50 netti di oggi, certo, unita al fatto di aver detto addio alla sigaretta.

Devo riconoscere che ho sempre affrontato questo tipo di esercizio fisico in maniera assai rozza e, ripensandoci, un po’ sconsiderata. Per esempio, non ho mai utilizzato, fino a qualche settimana fa, scarpe adatte. Di recente ho comprato comunissime scarpe da corsa Adidas per 30 euro ed è stato come passare dalla notte al giorno. Impossibile paragonarle alle scarpacce da tennis che avevo usato fino ad allora.

Col tempo ho studiato le nozioni di base della fisiologia dello sforzo e il legame tra il consumo energetico dell’organismo e la frequenza cardiaca. Mi sono quindi munito di cardiofrequenzimetro (fascia e orologio da polso) comprati per 20 euro da Decathlon.

Per evitare il letargo invernale, una banalissima tuta aderente in consente di affrontare tranquillamente anche i meno dieci sottozero.

Pochi giorni fa il geek che vive in me ha trovato la sua soddisfazione tecnologica: il personal trainer da BlackBerry.

Finora ne ho provati due: sanoodi e miCoach della Adidas. Ve ne sono altri ma questi due sono gratuiti.

Il concetto è simile: creazione di un account sul sito web e installazione dell’applicazione sullo smartphone collegata al primo. Dopodiché si comincia a correre con il telefono appresso e lanciata l’applicazione il GPS fa il resto: misura tempi, distanze, traccia il percorso e lo visualizza su Google Maps.

Sanoodi ha l’ambizione di fornire funzioni da social network ma sono al momento solo abbozzate. Peccato perché la possibilità di creare gruppi di utenti per la condivisione dei risultati delle proprie prestazioni non è niente male, ma come dicevo al momento funziona poco e male.

miCoach di Adidas non ha questa ambizione (si può solo condividere un percorso alla volta su Facebook) ma è di un’altra categoria rispetto a sanoodi.

miCoach su BB

E’ possibile creare piani di allenamento sul sito che vengono automaticamente replicati sullo smart phone, durante l’allenamento viene riprodotta in automatico una playlist musicale e la voce dell’assistente annuncia le statistiche a ogni chilometro ed è molto più preciso di sanoodi (che si era mangiato 600 metri sul mio percorso standard).

Sul forum della Adidas qualche utente ha criticato la macchinosità dell’interfaccia dell’applicazione (che non condivido) e la già menzionata assenza di funzioni social network (che non mi interessano, anche se un twit automatico al termine dell’allenamento non sarebbe male).

Non male i resoconti finali degli allenamenti con il ritmo (minuti a chilometro, parziali e totali), consumo energetico totale, grafici di dislivello (assai imprecisi devo dire e probabilmente significativi solo se si è in montagna) e il percorso su mappa.

Adidas vende anche dispositivi in grado di misurare il battito cardiaco e utilizzare questo dato per una misura più precisa del consumo calorico e la valutazione delle proprie aree di sforzo.

Per verificare il calcolo del consumo energetico di miCoach mi sono servito di Wolfram|Alpha. Chi non conoscesse questo motore di ricerca e calcolo sviluppato da Stephen Wolfram, l’ideatore di Mathematica, può leggere qui

Ho preso come riferimento uno dei miei percorsi per il quale miCoach ha stimato un consumo calorico di 728 cal.

Grafico ritmo

Orbene, nella casellina di ricerca di Alpha, si può inserire una stringa come questa con ovvio significato dei numeri e dei simboli (non sono realmente i miei dati):

male 41yo 86Kg 1.78m running 7.98Km 40min46s

Alpha è stupefacente nell’interpretare questo testo e calcolare molto di più di quello che vi aspettereste. Provare per credere.

Per la cronaca, Alpha calcola un consumo di 748 cal (3130 kJ) e la mirabolante quantità di 0,097Kg di grassi bruciati.

Risultati di Alpha

Annunci

Quanto mi piace il tennis…

Posted in Consulenti, Sport by pigreco314 on 5 ottobre, 2005


Originally uploaded by J!mbo on Flickr

…specialmente quello giocato.
Ahimè, il tempo non è stato clemente questa sera e abbiamo dovuto sospendere dopo 40 minuti causa pioggia.
Ma è stato sufficiente per sfogare il nervosismo dovuto all’ennesima idiozia combinata da quel cervellone del Sales Man(ager) inglese, J.W., che mi ordina il server senza il sistema operativo installato.
J., te l’avevo detto o no di accertarti che il fornitore installasse Linux RedHat 3.0?
Posso capire che la lettura delle specifiche HW/SW sia per te più noiosa della lettura dell’elenco telefonico di Pechino…ma te l’avevo detto no??!! Te l’avevo detto!!!