Confessioni di un consulente IT

Referendum

Posted in Italia by pigreco314 on 10 giugno, 2011

Schede referendum 2011

Domenica 12 e lunedi 13 giugno si vota per i referendum.

Io voterò 3 NO e un SÌ, cioè ritirerò tutte le schede e farò una croce anche sui NO perché ritengo che il dovere di votare sempre comunque sia un valore più alto di quello rappresentato dal diritto di astenersi per far fallire il referendum.

Ai due quesiti sull’acqua (schede rossa e gialla ) voterò NO perché:

  • l’acqua e gli impianti di distribuzione, depurazione e desalinizzazione rimarranno comunque pubblici anche in caso di mancata abrogazione della legge; questi referendum non hanno niente a che vedere con il mantenimento dell’acqua come bene pubblico: questa posizione è consapevolmente fuorviante e mistificatoria ma è stata sfruttata in maniera molto efficace dai sostenitori del sì
  • la manutenzione e lo sviluppo della rete idrica e fognaria nazionale richiedono ingenti investimenti che Stato ed Enti locali non sono in condizioni di effettuare
  • è necessario quindi ricorrere a capitale privato la cui acquisizione richiede un costo (interessi bancari, costi di concessione,ecc.): la legge stima questo costo (ribadisco, costo) in un 7% e prevede che chi lo sostiene venga corrispondentemente remunerato attraverso una quota in bolletta. Lo spiega molto meglio di me Mario Seminario (a.k.a. Phastidio).
  • senza investimenti privati i costi di gestione del servizio e le relative inefficienze magari non saranno evidenti in bolletta ma saranno distribuiti sulla fiscalità generale, ossia recuperati attraverso maggiori tasse, che colpiranno tutti a prescindere dall’effettivo consumo e spreco

Al quesito sul nucleare (scheda grigia) voterò NO perché:

  • l’Italia ha bisogno di energia, una tale quantità di energia che non potrà essere garantita dalle fonti rinnovabili conosciute nè ora nè tra un secolo. Intendiamoci: le fonti rinnovabili vanno benissimo, devono essere sviluppate e rese più efficienti se possibile. Ma non bastano.
  • l’ovvia alternativa sono centrali a carbone il cui costo in termini di vite umane è superiore a quello del nucleare: lo so che fa impressione citare un dato del genere dopo i recenti avvenimenti ma una catastrofe, un fenomeno ad alta frequenza, non deve farci perdere di vista il fenomeno ad assai più bassa frequenza dell’inquinamento da combustione di carbone che fonte rinnovabile non è
  • la vittoria del sì sarebbe la fine di qualunque possibilità di riaprire una prospettiva nucleare in Italia. In realtà penso che ormai il treno l’abbiamo già perso per sempre
  • non credo all’abbandono del nucleare da parte di Svizzera e Germania fino a che non vedrò non dico l’ultima ma la prima centrale smantellata
  • ho votato a favore del nucleare nel referendum dopo Chernobyl e non ho cambiato idea da allora

Al quesito sul legittimo impedimento (scheda verde) voterò SÌ perché:

  • è l’ennesima legge ad personam che non contribuisce il alcun modo a fare dell’Italia un Paese migliore, anzi.
  • ritengo insufficiente il parere interpretativo recentemente espresso dalla Corte Costituzionale e penso che la legge debba essere completamente abrogata
  • la ritengo l’ennesima porcata egoistica di un tizio che in 20 anni di politica non ha fatto niente per il Paese che diceva di amare

Concludo dicendo che è indegno di un Paese civile proporre un quesito elettorale nella forma incomprensibile rappresentata dalle attuali schede visto che chi si dimentica dei colori è perduto. Nell’immagine ne trovate una versione semplificata.

Buon voto.

Annunci

Rispondi qui

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: